a

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer. Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum.

+ 0800 2466 7921

Office@Medigroup.com
34th Avenue New York, W2 3XE

Articoli recenti

Follow Us On Instagram

Sostituzione protesi seno. Le protesi scadono? 

Sostituzione protesi seno. Le protesi scadono? 

Le protesi mammarie sono diventate ormai la soluzione più comune per le donne che desiderano migliorare l’aspetto del proprio seno, soprattutto in termini di volume. Tuttavia, c’è spesso confusione e preoccupazione riguardo a una presunta “scadenza” di queste protesi e la sostituzione.

È davvero vero che le protesi mammarie hanno una data di scadenza? Quando è necessaria la sostituzione delle protesi?

Contrariamente a quanto molti potrebbero pensare, le protesi mammarie non hanno una data di scadenza predefinita come un alimento o un medicinale. Ma è importante comprendere che le protesi mammarie non sono eterne e possono richiedere sostituzioni nel corso del tempo, proprio come tutte le tipologie di protesi che vengono impiantate nel corpo anche per altre patologie.

Quali protesi utilizzo per la Mastoplastica additiva e non solo? 

Le protesi mammarie comunemente utilizzate in Italia sono protesi di silicone: hanno un involucro di silicone e sono riempite di un gel di silicone coesivo, affinché in caso di rottura questo non fuoriesca facilmente dall’ involucro rimanendo così “intrappolato” all’ interno della capsula. 

Infatti, si parla spesso di rottura intracapsulare. Oltre al fatto che in caso di rottura, appunto, il gel rimane confinato all’ interno della capsula che il nostro organismo forma intorno alla protesi come reazione fisiologica alla presenza dell’ impianto. 

Tuttavia, in caso di rottura è necessario un intervento chirurgico per la rimozione e la sostituzione. Tali interventi sono spesso differibili, e non si configura quasi mai la situazione di urgenza.

Quindi se viene diagnosticata una rottura protesica è sempre consigliabile un intervento di sostituzione, che è comunque non urgente.

Molti produttori di protesi al silicone forniscono garanzie a lungo termine, e consigliamo sempre un monitoraggio regolare attraverso i normali esami di controllo che si effettuano per il seno.

Quanto durano in media le protesi?

La durata delle protesi mammarie dipende da diversi fattori, tra cui il tipo di protesi utilizzato, lo stile di vita della paziente e l’eventuale insorgenza di complicazioni.

Sicuramente la qualità della protesi utilizzata rappresenta un fattore importante sulla sua longevità.

La vita media di una protesi mammaria può variare da 10 a 20 anni. Tuttavia, alcuni studi suggeriscono che un numero significativo di donne mantiene le proprie protesi per oltre 20 anni senza problemi.

Ci sono anche casi di donne che a seguito di complicazioni hanno dovuto sostituire le protesi molto prima.

È importante sottolineare che le protesi mammarie non “scadono”, ma è importante essere coscienti del fatto una volta impiantate potrebbero prima o poi richiedere una sostituzione. La decisione di sostituire le protesi spesso dipende dai cambiamenti dell’ aspetto del seno che avvengono naturalmente nel corso del tempo, anche per un seno con protesi, oppure basata su eventuali sintomi di rottura o complicazioni mediche.

Quali sono i controlli necessari per valutare lo stato delle protesi mammarie? Quando è necessaria la sostituzione delle protesi seno? 

È importante sottoporsi a intervalli regolari ai controlli del seno come ecografia, mammografia e risonanza. È noto infatti che le donne con protesi si controllano molto più spesso di quelle senza, il che è molto importante anche da un punto di vista della prevenzione oncologica.

La decisione di sostituire le protesi dovrebbe essere una scelta informata, presa in collaborazione con il chirurgo plastico e basata sulle necessità individuali della paziente.